Spotting - Bergamo Orio al Serio (BGY/LIME)

Bergamo Orio al Serio - Aeroporto Internazionale Caravaggio

 

Codice IATA: BGY

Codice ICAO: LIME

Sito aeroporto: www.sacbo.it

 

INTRODUZIONE

L'aeroporto di Bergamo Orio al Serio dista 5km dalla città di Bergamo e circa 55km da Milano. Lo scalo nacque nel 1937 e per decenni conobbe periodi di scarso traffico, ma fu solo verso la fine degli anni '90 che Orio al Serio conobbe un maggiore sviluppo, grazie all'apertura di Malpensa 2000 e alla riclassificazione dello scalo bergamasco da nazionale ad internazionale. Questa crescita è stata supportata anche dalla posizione baricentrica, lo scalo si trova infatti al centro di una regione densamente abitata, è collocato a breve distanza da molte stazioni sciistiche (e dalle Alpi Orobie) ed è al centro della zona dei laghi prealpini, nonché vicino a città d'arte e commerciali quali Milano, Bergamo e Brescia. Nei primi anni del 2000, con l’arrivo di Ryanair e di altri vettori a basso costo, Orio al Serio inizia a crescere enormemente. Basti pensare che nel 2006 da Bergamo sono passati poco più di 5.200.000 persone (nel 1999 erano un milione), diventando il più importante scalo italiano di voli low-cost, e superando anche Roma-Ciampino. Nel corso del 2009 sono transitati a Orio al Serio oltre 7 milioni di passeggeri, facendolo diventare il quarto aeroporto d'Italia. Per quanto riguarda il settore Cargo/Courier, da diversi anni Orio consolida saldamente la propria posizione come 3° scalo italiano per volume di merce trasportata, ma oggigiorno SACBO (la società che gestisce lo scalo) rinuncia ad ulteriori voli cargo soprattutto per motivi di rumore acustico nelle ore notturne. Nel marzo 2011 l'aeroporto è stato ufficialmente intitolato al pittore Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio.

L'AEROPORTO

Orio al Serio dispone di due piste, entrambe con direzione est/ovest: la pista principale 10/28 da 3.024x45m utilizzata dal traffico di linea, cargo e business e la pista "turistica" 12/30 da 778x18m per gli aerei da turismo e l'aviazione leggera. La capacità dell'aeroporto è di circa 22 movimenti orari,dispone di 35 piazzole e un solo terminal collocato di fronte alla pista.

COME RAGGIUNGERE L'AEROPORTO

L'aeroporto di Orio al Serio è facilmente accessibile grazie alla sua posizione favorevole e ai molti mezzi che permettono di raggiungerlo:

- Auto: sull'autostrada A4 Milano-Venezia, prendere l'uscita Seriate e seguire le indicazioni per il terminal passeggeri dell'aeroporto.

- Autobus: dalle città di Bergamo, Milano e Brescia (i tempi di percorrenza che seguono non tengono in considerazione l'eventuale traffico).

Dalla Stazione degli Autobus di Bergamo parte una navetta (servizio gestito dall'ATB) diretta all'aeroporto ogni 30 minuti (Linea 1C), i biglietti possono essere acquistati presso l'edicola della stazione o presso gli appositi distributori. Il tempo di percorrenza è di circa 10-15 minuti.

Dalla stazione dei treni di Milano Centrale FS partono due navette ogni 30 minuti gestite dalle società di trasporti Autostradale (i biglietti si comprano alla biglietteria) e Terravision (i biglietti si comperano a bordo oppure sul sito della compagnia). Tempo di percorrenza 60 minuti.

Dalla stazione di Milano Lambrate FS la navetta è gestita da Autostradale, parte ogni 3-4 ore e impiega circa 45 minuti.

Da Brescia Autostazione CIBA la navetta verso l'aeroporto di Orio al Serio è gestita dalla società Autostradale con partenze ogni 3-4 ore. Tempo di percorrenza 60 minuti circa.

- Treno: Sì può raggiungere facilmente in treno la stazione ferroviaria di Bergamo e utilizzare il servizio autobus che in 10 minuti porterà all'aeroporto di Orio al Serio. Bergamo è ben collegata con le principali stazioni di Milano (dalla stazione Centrale partono treni ogni ora), con Brescia, Lecco e Cremona.


SPOTTING

Anche se a Orio al Serio il traffico aereo non è vario come in altri aeroporti, le soddisfazioni per gli appassionati di aviazione di certo non mancano. Gli aerei che si vedono più spesso sono i Boeing 737, gli Airbus della famiglia A320 e gli aerei regionali di varie compagnie, soprattutto low-cost. Le principali compagnie che operano più voli sull'aeroporto bergamasco sono Ryanair, TUIfly, Wizz Air, Wind Jet, Air Berlin, Transavia, Carpatair. Inoltre, soprattutto durante la stagione estiva e il periodo di dicembre-gennaio, vi sono molti voli charter (diretti a Bergamo o alle località di vacanza, in gran parte nell'area mediterranea) operati da compagnie di diverse nazionalità (italiane, inglesi, russe, ...) e in questi periodi non è raro fotografare aerei più grandi come Boeing 757, 767, Yakovlev, Tupolev. Inoltre Orio al Serio è molto trafficato da voli cargo, anche se la maggior parte di questi viene effettuata nelle ore notturne (ed è quasi impossibile fotografarli al buio). La maggior parte dei voli cargo sono operati dalla DHL che utilizza Airbus A300/A310F e Boeing 757F. Oltre a questi ci sono altri aerei cargo: Boeing 767 e 737, Fokker F27 e Antonov. Infine ci sono i voli business/executive, ai quali sono dedicati i piazzali più a ovest dell'aeroporto (in pratica a sud della testata della pista 10). I luoghi migliori e più noti da cui scattare fotografie al traffico aereo sono due, entrambi facilmente raggiungibili (ma solo il primo con i mezzi pubblici). Vediamoli nel dettaglio:

BGY BGY
L'aeroporto di Orio al Serio.
Gli spotting-points sono indicati in rosso,
i parcheggi in blu/azzurro.
Orio al Serio: indicazioni varie e parcheggi

1) Parcheggi ovest

I parcheggi rialzati a ovest del terminal, costruiti recentemente, costituiscono un ottimo punto per osservare gli aerei. Per raggiungerli in auto, è possibile parcheggiare direttamente in questi parcheggi dopo essere entrati nell'aeroporto (seguire le indicazioni per il terminal). Oppure, se si vuole parcheggiare gratis, si può lasciare l'auto al centro commerciale Orio Center (anche per questo ci sono le indicazioni, tenere presente gli orari di chiusura) che si trova di fronte all'aeroporto, dalla parte opposta dell'autostrada A4. Dall'Orio Center si prosegue a piedi sulla strada che passa tra il centro commerciale e l'autostrada (vedi la mappa sotto), fino a un sotto-passaggio pedonale che passa sotto l'autostrada. Una volta usciti, attraversare la strada che porta al terminal e entrare nei parcheggi dall'uscita che si trova di fronte al sottopassaggio, a pochi metri dai parcheggi rialzati. Per raggiungerli dal terminal, invece, è sufficiente seguire le indicazioni per i parcheggi, andare in direzione ovest e superare il primo parcheggio rialzato (più piccolo), continuando sulla strada che porta alla rampa e alle scale del secondo, molto più ampio. Questo parcheggio è esattamente di fronte ai piazzali ovest e l'altezza permette di fotografare senza recinzioni davanti. Il problema è rappresentato dai numerosi pali della luce, griglie e scalette che molto spesso ostacolano la visuale e rendono la fotografia più difficile. Fortunatamente il parcheggio è lungo e si possono cercare i punti migliori da cui scattare. Da questo parcheggio si può osservare tutta la zona dell'aeroporto a ovest del terminal e si fotografano i velivoli parcheggiati sui piazzali, quelli in rullaggio e in decollo (quando "staccano" e iniziano la salita) e quelli che liberano la pista. Un altro punto a favore di questo posto è la possibilità di scattare praticamente in qualsiasi momento della giornata, sia di mattina che di pomeriggio. Il parcheggio infatti si trova a sud dei piazzali e della pista e quindi si ha quasi sempre il sole alle spalle per fotografare. Tuttavia bisogna anche considerare la posizione del sole, se si fotografa durante il mattino gli scatti saranno prevalentemente in direzione ovest (per esempio con lo sfondo della Città Alta di Bergamo), al contrario di pomeriggio con il sole a sud-ovest la luce sarà migliore per le foto verso est (per esempio gli aerei sulla pista).

Coordinate GPS: 45°39'59.80"N, 9°41'41.00"E

Vista aerea dello spotting-point 1 e dei parcheggi rialzati:

Il piano superiore del parcheggio e una panoramica dell'aeroporto in direzione del terminal:


2) Zona industriale Grassobbio

Il secondo spotting-point è situato a Grassobbio, tra i capannoni della zona industriale del paese. Si può raggiungere solo in auto (per il percorso vedi le mappe più in basso), seguendo le indicazioni per la località di Grassobbio. Una volta superato il cavalcavia sopra l'autostrada si prosegue fino ad un parcheggio di forma triangolare, vicino a un distributore di benzina e in mezzo ad alcuni capannoni. Il parcheggio si trova a fianco dalla recinzione dell'aeroporto, vicino alla pista di rullaggio. Poichè la recinzione in questa zona è piuttosto bassa e con rete a maglia fitta si consiglia l'utilizzo di una scaletta (anche bassa) o qualcosa da mettere sotto i piedi. Da questa zona si possono osservare i movimenti sulla parte orientale dell'aeroporto: avvicinamenti, atterraggi, touchdowns e i rullaggi verso la pista. Anche in questo punto si può scattare sia di mattina che di pomeriggio, anche se per fotografare gli aerei sulla taxiway è preferibile fotografare durante la mattinata.

Coordinate GPS: 45°39'50"N, 9°43'10"E

Viste aeree dello spotting-point 2:

Panoramica del parcheggio (spotting point 2) a Grassobbio:


ESEMPI DI FOTO

Spotting point 1 (parcheggi ovest):

 

Spotting point 2 (Grassobbio):

 


Per vedere altre foto da Orio al Serio CLICCA QUI.

Altre foto di Bergamo Orio al Serio su JetPhotos: CLICCA QUI

 

(Cartografie e immagini aeree/satellitari: Google Maps, Google Earth, Microsoft Virtual Earth ©)

www.jetaviationphotos.it

Dal sito...